Leggimi presto

Nell’ambito del programma ministeriale “Leggimi 0-6” 2018, che prevede “specifici interventi a favore delle bambine e dei bambini da zero a sei anni di età”, l’Associazione Lettori Portatili si è classificata seconda nella graduatoria delle Regioni del centro Italia, presentando il progetto “Leggimi presto”.

Lettori Portatili opera dal 2011 promuovendo la lettura ad alta voce come mezzo per diffondere cultura, per dare e ricevere emozioni, per alimentare conoscenze ed esperienze, per aiutare chi dal sentir leggere possa trarre giovamento, per coinvolgere gli esclusi indipendentemente dal motivo per cui lo sono, per sostenere i diritti, per affermare i doveri, rivolgendo particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione.

“Leggimi presto”, approvato e finanziato dal CEPELL – Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i beni culturali – è destinato alla promozione della lettura precoce per bambini della fascia d’età compresa fra 0 e 6 anni e alla diffusione della lettura ad alta voce come “buona pratica” condivisa per le famiglie, con particolare cura per le situazioni di disagio, discriminazione, differenze culturali e sociali, emarginazione. 

Per attendere a questi obiettivi “Leggimi presto” prevede una serie di attività ed eventi ludici e didattici per bambini, e un pacchetto formativo ed informativo per adulti finalizzato all’apprendimento di metodi e tecniche specifiche per la lettura a bambini in età pre-scolare e per la diffusione dell’abitudine alla lettura ad alta voce come veicolo di integrazione familiare e sociale.

Puntando alla massima diffusione territoriale e alla disseminazione capillare delle azioni del progetto, l’associazione Lettori Portatili, in qualità di soggetto responsabile, si avvale di una considerevole rete di partner composta dai 12 Comuni del Comprensorio Orvietano con le rispettive Biblioteche e Servizi educativi, cui si affiancano la USL Umbria 2  la Cooperativa sociale Il Quadrifoglio  la Fondazione Centro Studi CITTA’ DI ORVIETO  le librerie Valente  l’Albero delle parole e Sovrappensieri  lo Studio associato InFolio  oltre che associazioni di genitori, scuole per l’infanzia, asili nido, centri di aggregazione e socio-riabilitativi.

Il progetto si dipanerà nell’arco temporale di 18 mesi a partire dal 24 maggio 2019 e punta ad incidere sulle aree del territorio più decentrate e sulle fasce di popolazione particolarmente disagiate attraverso “strumenti” finalizzati:

la donazione di libri per bambini in età 0-6 anni a tutte le famiglie con nuovi nati;

Un progetto parallelo ma non meno importante è quello di KOOB-I che consisterà nella creazione di postazioni di gioco e di lettura che saranno installati in tutti i Comuni del Comprensorio, a disposizione dei bambini nei luoghi di loro maggior frequentazione, affinché possano fruirne liberamente e gradualmente possa instaurarsi l’abitudine al book crossing: porto da casa un libro già letto e ne prendo uno che poi riporterò per prenderne un altro;

le merende letterarie, che attraverso incontri tra famiglie con bambini, in ambiente domestico, guidate da operatori qualificati, abituino al piacere della lettura condivisa e suscitino interesse verso un diverso modo di intrattenimento e condivisione familiare e amicale.

L’offerta formativa, di livelli differenziati, è rivolta sia a volontari che non abbiano competenze pregresse nella lettura per bambini e intendano prestare le attività di volontariato previste dal progetto, sia ad operatori già qualificati che intendano acquisire un livello di specializzazione più elevato.

Tutti i particolari informativi e il calendario dei corsi di formazione, delle attività e degli eventi previsti dal progetto sono comunicati dal soggetto responsabile attraverso social e e-mail, nonché pubblicati sui siti web www.lettoriportatili.com e www.leggimipresto.it